Blog

Dancing Flow

Un percorso bellissimo per chi ama la danza! Dancing Flow è un percorso in sei incontri per approfondire l’alfabeto del movimento, con tecniche di danza creativa, danzaterapia e capoeira. Curerò la parte dedicata all’elaborazione on line. La sede degli incontri in presenza è Genova. Per informazioni contatta l’associazione culturale la prima radice: associazioneprimaradice@gmail.com

Un nuovo progetto di ricerca

Sviluppo e coordino progetti di ricerca in ambito arteterapeutico, formativo, pedagogico. I progetti sono articolati in: Pubblicazioni Call for artists  Call for papers Progetti artistici Corsi e workshop Percorsi professionalizzanti Dal 2018 è attivo il progetto “Per una pedagogia dell’alterità”: si tratta di un progetto in ambito educativo-didattico-pedagogico che si è concretizzato in una pubblicazione monografica, in un blog di aggiornamento per educatori, genitori, insegnanti, e in due percorsi formativi. Dal 2021 è attivo il progetto Intersectionality, che vedrà la pubblicazione sulla rivista FILART di saggi e di articoli, progetti artistici correlati e workshop formativi.

Corsi e percorsi in pdf!

Da oggi è disponibile il pdf con tutti i corsi e i percorsi offerti dall’associazione culturale la prima radice: visita il sito: www.arteterapiafilosofica.com per scaricare il catalogo. Sono il referente scientifico dell’offerta formativa dell’associazione: per ogni informazione contattami al 392.2570060.

Musicoterapia e arteterapia per disabilità

Ricordo che sono attivi anche in presenza gli incontri dedicati a bambini, adolescenti e adulti con disabilità: gli incontri hanno come obiettivo l’incremento del benessere della persona attraverso l’uso del suono e del colore all’interno della relazione d’aiuto. Questo percorso è pensato a partire dalla mia esperienza pluridecennale in ambito musicoterapeutico e arteterapeutico con persone con disabilità: in collaborazione l’associazione culturale “la prima radice.” Il primo incontro è gratuito: il percorso si articola sino a un massimo di 12 sedute. Per informazioni scrivi via email a: associazioneprimaradice@gmail.com o telefona al: 392-2570060.

Consapevolezza dell’arteterapeuta

Fondamentale per l’arteterapeuta è avere consapevolezza dei propri valori, pregiudizi, orientamento teorico ed esperienze e riflessioni su aspetti legati alle differenze culturali e sessuali. L’arteterapia nasce negli Stati Uniti negli anni Cinquanta, le recenti esplorazioni teoriche in ambito arteterapeutico cercano di integrare l’approccio delle artiterapie verso una maggiore consapevolezza del contesto sociale, culturale e sessuale dell’arteterapeuta. Il fatto di mostrare attenzione a tematiche multiculturali o legate all’identità di genere, non deve però diventare un ulteriore modo per consolidare visibilità e potere dei terapeuti (Kuri, 2017), ma un lavoro di autovalutazione per comprendere i propri reali pregiudizi, spesso radicati nella storia … Read MoreConsapevolezza dell’arteterapeuta

Ricerca

In questi ultimi due anni ho scoperto e riscoperto temi di ricerca che sto “inseguendo” da venticinque anni: la filosofia francese degli anni Settanta, la prospettiva filosofica su Hegel, il concetto di alterità nell’opera della Butler, e il concetto di nomadismo in Arteterapia. E a un certo punto si intrecciano e si incontrano, per quanto sembrino distanti. La ricerca teoretica è fondamentale per un professionista delle Artiterapie: permette di rivedere posizioni, elaborare tematiche, e soprattutto destrutturare un’impostazione gerarchica del rapporto arteterapeuta-cliente.

Figure dell’invisibile

Sto continuando con il mio progetto artistico sul “corpo” e con le sedute dello “spazio al femminile”. Emergono tante figure dell’invisibilità nella mia riflessione, figure femminili e maschili che abitano la realtà, e tra tutte una è particolarmente toccante quanto dimenticata. La donna che decide di avere un figlio da sola, decidendo in totale autonomia di tenere il bambino dopo un rapporto fugace con un uomo, è ancora il tabù dei tabù in Italia. Affermare in modo così radicale la propria autodeterminazione alla maternità è profondamente condannato dall’opinione comune. La donna giovane ed eterosessuale che sceglie liberamente del proprio corpo … Read MoreFigure dell’invisibile

Altra pedagogia

Oggi presento il corso “Altra pedagogia”: si tratta di un corso breve on line dedicato a tutti coloro che desiderino approfondire alcuni temi legati alla pedagogia tra cui: 1. pedagogia artistica 2. pedagogia musicale 3. intercultura 4. pedagogia attiva attraverso una formazione in diretta e individuale, potrai sperimentare strategie creative e approfondire ciò che più ti interessa. Se vuoi saperne di più contattami al 392-2570060 o scrivi al: centropedagogicogenova@gmail.com

L’uomo è antiquato

“Per soffocare in anticipo ogni rivolta, non bisogna essere violenti. Basta creare un condizionamento collettivo così potente che l’idea stessa di rivolta non verrà nemmeno più alla mente degli uomini. L’ideale sarebbe quello di formattare gli individui fin dalla nascita limitando le loro abilità biologiche innate. In secondo luogo, si continuerebbe il condizionamento riducendo drasticamente l’istruzione, per riportarla ad una forma di inserimento professionale. Un individuo ignorante ha solo un orizzonte di pensiero limitato e più il suo pensiero è limitato a preoccupazioni mediocri, meno può rivoltarsi. Bisogna fare in modo che l’accesso al sapere diventi sempre più difficile e … Read MoreL’uomo è antiquato

Arteterapia nel rapporto OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha redatto l’ “Health Evidence Network synthesis report 67: What is the evidence on the role of the arts in improvinghealth and well-being? A scoping review”. Il documento è estremamente rilevante per i professionisti dell’Arteterapia, ma anche per gli operatori musicali e artistici. Circa il rapporto tra arteterapia e musicoterapia e autismo vi sono riportate alcune ricerche scientifiche secondo cui la musica e l’arteterapia possono migliorare la comunicazione, le abilità sociali, il linguaggio e la percezione sensoriale, la coordinazione motoria. Qui un breve estratto: “There is a wide literature demonstrating that some individuals with ASD can … Read MoreArteterapia nel rapporto OMS

Conoscenze e studi per diventare arteterapeuta

Secondo la legge del 2013 relativa alle professioni operanti nelle artiterapie, può esercitare la professione chi è in possesso di laurea triennale e di due anni di esercizio della professione. In alternativa è necessario possedere il diploma di una scuola triennale di formazione specifica. Tra le conoscenze richieste: Elementi di teoria e tecniche della comunicazione Elementi di analisi istituzionale Aspetti etici e deontologici applicabili Metodi di osservazione,ascolto e valutazione delle competenze, delle abilità, delle conoscenze e delle potenzialità espresse dell’utenza in relazione alla specifica disciplina artistica Nozioni di psicologia generale e dello sviluppo Normative italiane e europee vigenti (privacy, organizzazione dei … Read MoreConoscenze e studi per diventare arteterapeuta

Il significato della musica

Così le idee e gli oggetti più diversi, riuniti grazie a un ritmo comune, formano in noi un insieme semicosciente che è linguisticamente inesprimibile ma caratteristico dell’esperienza simbolica. Se tale insieme non ha un significato concettuale, possiede tuttavia un senso; senso che non è espresso in una formula logica, ma in un ritmo che raggruma e comprende gli elementi dati e li confonde per rifonderli. È così che il passato potrà divenire presente, gli elementi tra loro eterogenei saranno resi omogenei, e trasparirà il loro substrato ritmico comune. Marius Schneider.

Montagne di note

Sono contenta di informarvi che con l’associazione culturale la prima radice, abbiamo attivato il progetto Montagne di note: arteterapia, musicoterapia e creatività in Trentino. Trovate il blog già attivo all’indirizzo: www.arteterapiatrentino.WordPress.com L’idea del progetto è di offrire servizi di qualità e laboratori en plein air nella meravigliosa natura trentina.

Il diritto al rispetto

Il problema degli adulti è il desiderio incontrollato di imporre le proprie regole, precetti, norme da accettare acriticamente. Il risultato è che il bimbo si paralizza di fronte all’adulto, di fronte a « cotanta arroganza, aggressività e stupidità ». Un bambino è un essere raziocinante, che ha i propri dubbi, che formula le proprie teorie. Gli adulti dovrebbero ascoltare e rispettare la crescita dei bambini nel proprio divenire. “Dobbiamo rispetto per la sua laboriosa ricerca della conoscenza. Dobbiamo rispetto alle sue sconfitte e lacrime. Non solo la calza strappata, ma il ginocchio sbucciato, non solo il bicchiere rotto, ma il … Read MoreIl diritto al rispetto

Video-presentazione del pdf Apprendimento e creatività

Sul canale YouTube dell’associazione culturale la prima radice trovi la presentazione di “Apprendimento e creatività”, pubblicazione in pdf, che ho curato in collaborazione con l’associazione culturale la prima radice e il Centro di ricerca pedagogica Io e gli altri.

Apprendimento e creatività

Modulo in partenza domani, per il percorso Learning Support, apprendimento e creatività. Sono felice di accompagnare genitori e insegnanti di scuole parentali nel lungo cammino dell’educazione a casa. Il percorso è pensato come un corso/consulenza personalizzato: strategie didattiche, teorie Montessori e Steiner e tanta creatività. Se volete informazioni, scrivetemi: marica.costigliolo@gmail.com

Corso Musica e arte nella pedagogia Waldorf

Oggi presento il mio nuovo corso Musica e arte nella pedagogia Waldorf: il corso è un modulo di 50 minuti in diretta, in cui parleremo di: Fondamenti della pedagogia Waldorf Musicalità, ritmo, euritmia Immaginazione e apprendimento Vedremo anche qualche esempio pratico. Il corso è aperto a tutti e rilascia attestato di frequenza. In collaborazione con il Centro di ricerca pedagogia Io e gli altri. Per informazioni sui costi e gli orari: telefonami o scrivimi via whatsapp, 392-2570060, tutti i giorni dalle 16 alle 19.

Dostoevskij

La mia passione per Dostoevskij risale ai tempi del liceo; poi all’Università lo studiai più approfonditamente, e ancora oggi lo rileggo periodicamente e ogni volta resto senza parole di fronte alla grandezza del suo genio. Con l’associazione culturale la prima radice, abbiamo creato la rassegna Dostoevkijana: qui puoi vedere la pagina dedicata: Il prossimo numero di FILART, rivista on line gratuita dell’associazione la prima radice, di cui sono direttore editoriale, sarà proprio sul grande autore russo. Se volete contribuire potete inviare il vostro saggio a: associazioneprimaradice@gmail.com

Corso in Grief Counseling

Da ottobre 2021 l’associazione culturale la prima radice inaugura il Corso triennale in Grief Counseling, a cui partecipo in qualità di docente. La formazione è erogata in modalità mista (on line e in presenza) e individuale, con workshop estivi collettivi. Se volete informazioni scrivetemi o contattate direttamente l’associazione: associazioneprimaradice@gmail.com

Atelier dei saperi: Favoliamo

Procedono i miei atelier dei saperi. Per ora sono attivi l’atelier Favoliamo, Orizzonti è Materia e forma. Se vuoi avere un’idea di ciò che facciamo durante gli atelier, che possono essere svolti sia on line sia in presenza dai un’occhiata al mio profilo su Instagram (clicca sull’icona in alto) dove pubblico alcune foto e alcune riflessioni sugli atelier. In particolare per l’atelier Favoliamo siamo partiti dal mio libro “Il viaggio di Marion” e siamo approdati a foto, opere d’arte, libri e scrittura. Gli atelier non sono sedute di arteterapia e di musicoterapia, ma laboratori creativi che toccano varie discipline e … Read MoreAtelier dei saperi: Favoliamo

Nuove proposte formative

Ho aggiornato la pagina relativa alle mie proposte formative: dai un’occhiata qui. Il corso che presento oggi è: Musica e arte nella pedagogia Montessori. Si tratta di un corso breve da un incontro in cui avrai una visione completa ed esauriente sul ruolo della musica e dell’arte nella pedagogia Montessori. Per informazioni contattami scrivendo a: marica.costigliolo@gmail.com

Letteratura e altro

In quest’anno di pandemia ho riletto e letto tanti romanzi: mi chiedo spesso qual è la caratteristica di un romanzo che può essere avvincente, che coinvolga, che emozioni. Sono arrivata alla temporanea conclusione che il romanzo per emozionare non deve essere “personale”: lo scrittore deve lasciare ai propri personaggi un’immensa libertà di agire, di sorprendere, deve in qualche modo inventare e ricreare la realtà. Tutti gli scritti che ricalcano cose accadute, che raccontano esperienze, ad un certo punto suonano artefatti, scialbi, noiosi, falsi. Più il romanzo tenta di imitare la vita vissuta più cade nella cattiva letteratura. Ci si può … Read MoreLetteratura e altro

Atelier dei saperi

Propongo nel mio studio dei percorsi creativi e artistici aperti a tutti per imparare alcune tecniche espressive legate all’arte visiva (foto, collage, pittura), alla musica e all’intreccio tra pratica artistica, filosofia e performance. Gli atelier sono tematici, legati a una specifica tecnica o a un tema e si articolano in 6 o 12 incontri. Sono individuali e collettivi: non sono richieste capacità artistiche o musicali.  Nell’atelier dei saperi puoi: Esprimerti liberamente Non avere paura di sbagliare Scoprire nuove cose Mettere a frutto le tue conoscenze. Ecco le proposte:

Le foto in Arteterapia

Sto lavorando a una nuova proposta per i miei atelier di Arteterapia: si tratta di un progetto sulle foto. L’idea è nata dal ritrovamento di una foto di famiglia. Visitando una chiesetta sulle alture genovesi ho visto questa foto, del mio nonno: la foto era una tra le tante di giovani partiti per la guerra, che le donne del paese portavano al parroco come ex voto, nella speranza che i ragazzi potessero tornare. Questa foto per me rappresenta la mia identità e le mie radici, così radicate nel territorio ligure. Dalla chiesetta dove ho ritrovato la foto si vede il … Read MoreLe foto in Arteterapia

Il Diario dell’arteterapia di Settembre

Il Diario dell’arteterapia è costituito da 19 pagine: ascolti musicali, attività, disegno, collage e scrittura. Ogni settimana ci sarà un commento per guidarti nelle attività Avrai anche la possibilità di avere un riscontro via email sulle attività che hai svolto scrivendo a: associazioneprimaradice@gmail.com, con le tue domande o dubbi, o semplicemente curiosità. Il Diario prevede attività che vengono svolte nel setting di arteterapia e sono adatte a tutti. Per info scrivimi!

Il nostro canale Youtube

Prosegue il Mese delle Artiterapie in città, a Genova. Grazie a tutti per la Vostra partecipazione! Sono iniziate anche le sedute di arteterapia e di musicoterapia didattica, nel percorso formativo “Diventare arteterapeuta Metodo Cre(t)a” e “Diventare musicoterapeuta Metodo Cre(t)a”. In questo mese di vacanze vi invito a guardare qualche nostro video, nel canale Youtube dell’associazione culturale la prima radice. Ad esempio questo video su tutte le attività svolte nell’anno 2020/2021. Buona visione!

Corso su Artiterapie e identità di genere

Aperte le iscrizioni al nostro corso su Artiterapie e identità di genere: un corso innovativo e utilissimo per tutti i professionisti che lavorano nella relazione d’aiuto. Verranno illustrate teorie sul genere, la sessualità e l’identità in relazione alla relazione d’aiuto, in particolare nell’ambito delle artiterapie e delle terapie espressive. Alcuni testi saranno in inglese. Che cos’ è l’identità di genere: questo “genderbread person” illustra sinteticamente quali sono le parti che concorrono a creare la nostra identità di genere. Identità sociale e senso del sè, espressione corporea e appartenenza, fattori biologici. Affronteremo queste tematiche e tante altre in questo corso, in … Read MoreCorso su Artiterapie e identità di genere

Seminario on line Artiterapie

In occasione del mese delle artiterapie in città, condurrò questo seminario on line dove parleremo di Arteterapia e Musicoterapia: risorse per l’educazione, la professione, la consulenza. Per informazioni telefona al: 392-2570060 o scrivi a: associazioneprimaradice@gmail.com

Musicoterapia e sostegno al lutto

Nei casi di perdita, di separazione o di lutto la Musicoterapia aiuta a recuperare una dimensione creativa, uno spazio vitale.  Attraverso l’ascolto e la produzione sonora la musicoterapia aiuta a ritrovare uno spazio in cui incrementare la resilienza e superare una difficile fase esistenziale.