Il metodo Cre(t)a

Il mio approccio alle artiterapie è filosofico-artistico: questo favorisce la condivisione autentica del percorso di cura che vede la sperimentazione delle seguenti attività: musica, arte visivo-plastica, danza, teatro, scrittura creativa.
L’approccio psicoanalitico-filosofico consiste sia nell’uso di categorie e strategie del counseling, sia nell’approfondimento della lettura freudiana del procedimento artistico e musicale.

Uso in modo integrato i vari mezzi artistici, musica, arte, espressione corporea, per incrementare il benessere della persona. 

Il metodo Cre(t)a è l’esclusivo metodo sincretico nella relazione d’aiuto: musicoterapia e arteterapia, danzaterapia e teatroterapia per costruire un approccio integrato nella relazione terapeutica (legge 4/2013). Ho ideato questo metodo in collaborazione con i professionisti dell’associazione culturale la prima radice.

Le premesse epistemologiche del metodo sono fondate su teorie psicanalitiche e filosofiche, sottese da una spiccata attenzione al contesto culturale e sociale.

Il metodo Cre(t)a inoltre ha come fondamenti epistemologici il pensiero interculturale, la riflessione sull’identità di genere, la riflessione ecologica-ambientale

Trovi informazioni anche sul sito: www.arteterapiafilosofica.com

Dal 2016 Cre(t)a è marchio registrato presso la Camera di Commercio di Genova

Durante la seduta di arteterapia uso diverse tecniche: una tecnica artistica e creativa che ho ideato è il Rhizome Livre: un piccolo “libro” di immagini, colori, testi. Visita la pagina dedicata al Rhizome Livre. Se vuoi saperne di più contattami: 392-2570060.