Corso sulla Convenzione ONU

Ieri ho concluso la frequenza del Corso multidisciplinare di perfezionamento universitario in Educazione allo Sviluppo sostenibile e diritti dell’infanzia. È stata un’ interessante occasione di aggiornamento, in cui i temi dello sviluppo sostenibile e della cura del passaggio urbano e non, sono stati centrali. Inoltre si è parlato molto del trentennale della Convenzione ONU dei diritti dell’infanzia, rilevandone i punti salienti e analizzando le criticità che ne impediscono un pieno adempimento.

Tutto ciò che suona è musica?

Ho avuto l’opportunità di ascoltare in concerto il Quartetto di Cremona, eccellenza italiana, al Carlo Felice di Genova. Il quartetto è composto da musicisti genovesi, un evento per la città. Nella prima parte è stato eseguito il quartetto di Schubert, Der Tod und das Mädchen: un’esecuzione sorprendente, il secondo tempo di una dolcezza straziante, e il presto che nella disarmante velocità irrompeva nel silenzio del teatro. Durante la seconda parte, mentre i musicisti eseguivano il quintetto in fa minore di Brahms con una pianista di fama internazionale, in tutto il teatro ha iniziato a risuonare un basso, poi una voce … Read MoreTutto ciò che suona è musica?

Novità

Sto lavorando a due nuove pubblicazioni: spero che almeno una possa uscire per ottobre. Chissà! Per ora scrivo e lavoro per preparare i workshop estivi. L’ultimo sarà il 19 agosto sulla pedagogia dell’alterità. Nel frattempo all’orizzonte sta emergendo un nuovo progetto: non sarà un libro sulla filosofia o sull’arte, nè sull’arteterapia o sulla pedagogia. Parlerà di un luogo. I libri parlano, sono maestri muti che ci raccontano storie e immagini, e a me piace ascoltare…

Aggiornamento a Reggio Children

Ho frequentato un atelier a Reggio Children, Centro Loris Malaguzzi: è stato molto interessante innanzitutto per gli spazi immensi e i materiali a disposizione. Gli atelier sono molto curati, esperienze formative per bambini e per adulti. Parlando con docenti e insegnanti è emerso come la scuola sia povera di spazi espressivi per il singolo e per il gruppo: c’è un’enorme bisogno di avere consapevolezza di quanto l’espressività del singolo possa apportare benefici anche per il gruppo e per l’istituzione scolastica. Ho notato anche le affinità con l’approccio di Reggio Children e le tecniche di arteterapia; l’attenzione per i bambini, la … Read MoreAggiornamento a Reggio Children