Blog

Questioni accademiche

Nella ricerca accademica ci sono studiosi più o meno dichiaratamente “anti”: “antifreudiani”, “antimarxisti”, “antinietzschiani”. Alcuni forse non si dichiarano “anti”, semplicemente nei loro libri o saggi non vengono mai menzionati certi autori. “Certi” autori fondamentali per la storia culturale: la critica non sta bene, molto meglio ignorare. Peccato che il pensiero sia critico, almeno per essere pensato: che senso possa avere fingere che alcuni filosofi o pensatori non esistano, che valore possano avere le produzioni di studiosi che neppure nominano autori che hanno segnato la storia di secoli, di nazioni, di continenti… sono domande che restano aperte. Per quanto riguarda, … Read MoreQuestioni accademiche

Formazione metodo Cre(t)a

In collaborazione con l’associazione culturale la prima radice propongo tre corsi formativi di approfondimento negli ambiti fondamentali che costituiscono le premesse epistemologiche del metodo Cre(t)a, creatività musicale e artistica nella relazione d’aiuto. Il marchio Cre(t)a è marchio registrato presso la Camera di Commercio di Genova. Puoi fare un solo corso o tutti e tre i corsi. Avrai l’attestato con il nostro marchio originale.

I costi della pandemia

Le perdite umane da quando è iniziata la pandemia sono enormi: sono stati in gran parte gli anziani a morire, la fascia di età dai settantacinque anni in su è stata la fascia più colpita. A distanza di più di un anno dall’esplosione del Covid che cosa è successo? Le misure restrittive in zone arancioni-rosse hanno permesso un contenimento del contagio. Ma hanno chiesto grandi sacrifici alle persone, e in particolare alle persone giovani, ai bambini, alle famiglie. Andare solo a scuola, oppure andare a giorni alterni, ma non poter uscire per fare sport, per vedere gli amici, per frequentare … Read MoreI costi della pandemia

L’arteterapia non è psicoterapia e la psicoterapia non è arteterapia

Pubblico un estratto dal testo di E. Ulman, arteterapeuta americana, professor presso Columbian College of Arts and Sciences. Nei paesi anglosassoni le artiterapie sono discipline riconosciute e insegnate nelle Università. La loro efficacia è provata da articoli scientifici e accademici. “Gli arteterapeuti che sono veramente esperti nel proprio ambito possono offrire qualcosa che la psicoanalisi e altri tipi di specialisti nelle psicoterapie non possono offrire: il processo di creazione di opere d’arte e l’acquisizione di intuizioni che possono essere ottenute attraverso questo tipo di esperienza e in nessun altro modo . Nel nostro campo di competenza difficilmente accogliamo gli intrusi; … Read MoreL’arteterapia non è psicoterapia e la psicoterapia non è arteterapia

Femminismo?

In più di un secolo di femminismo che cosa resta oggi? Che cosa può dirsi “femminista” oggi? Femminismo significa partire dalla corporeità della donna, attraverso una messa in gioco in prima persona, un’esposizione “altra” del corpo. Il corpo sovraesposto secondo le logiche e gli stereotipi del maschile, è un corpo che oscilla tra la lucidità della chirurgia estetica e il nascondimento moralista. La donna resta intrappolata tra questi due estremi. La liberazione del corpo femminile dalla pervasività degli stereotipi, attraversa anche le pratiche relazionali e sessuali, le pratiche legate al concepimento e alla maternità: avere molti partner, decidere di avere … Read MoreFemminismo?

L’età del rimosso

Il periodo storico in cui viviamo è caratterizzato dal politicamente corretto, che è diventato una rimozione obbligata di ogni elemento conflittuale della realtà. Non “sta bene” dire così, o denunciare uno stato di cose, o testimoniare condizioni difficili, tutto dev’essere lucido, teso, rilucente, seducente, fantastico. I social rimandano quest’imperativo della lucentezza, sino alla robotizzazione, alla disumanizzazione dell’umano. La rimozione è il meccanismo di difesa che domina incontrastato, sia individualmente sia collettivamente. Più sono urlate raccomandazioni a non dimenticare, più si grida alla mancanza di socialità e più il soggetto si atomizza perso nella propria sofferenza, che deve sistematicamente nascondere, una … Read MoreL’età del rimosso

Prossimi workshop

Condurrò tre workshop on line: inviate una email al mio indirizzo: marica.costigliolo@gmail.com per maggiori informazioni

Collaborazione

Una mia nuova collaborazione con UMAS foundation. La fondazione opera nei seguenti ambiti: – le difficoltà di relazione con l’Altro diverso da Sé,– le relazioni conflittuali e le scissioni all’interno del gruppo classe– difficoltà nella regolazione delle emozioni– i disordini identitari legati ad inadeguate espressioni corporee,– disagi e problematiche inerenti lo sviluppo psico-fisico (disordini della personalità e dell’umore),– disturbi dell’apprendimento– potenziamento della capacità di gestione rispetto all’ansia scolastica– potenziamento e sviluppo delle risorse individuali. Trovate tutte le informazioni sul sito: https://www.umasfoundation.com/

Nuovi progetti artistici

Sono in preparazione due nuovi piccoli progetti artistici per il mio spazio dedicato alle produzioni artistiche “Mondi marini”: www.mondimarini.wordpress.com “Gavetta”: si tratta di vasi con la forma tipica della gavetta militare, di varie dimensioni e colori. Ogni gavetta è rivestita con ornamenti che richiamano elementi naturali per sottolineare la necessità di un ritorno ad un pensiero ecologico e conseguentemente una maggiore diffusione della sensibilità verso la natura e verso gli altri. I vasi sono contenitori perfetti per molti oggetti, matite, pennarelli, spazzole, e tanto altro. Un nuovo progetto con la pasta polimerica “Foglie”: ciondoli, portachiavi, piccoli contenitori coloratissimi e a … Read MoreNuovi progetti artistici

Spazio al femminile

Dal 2006 mi interesso di filosofie femministe: ho ripreso i miei precedenti studi per approfondire alcuni aspetti del processo di emancipazione della donna in vista di un progetto editoriale che si concretizzerà nel 2022. Ho così rilevato tante affinità con il mio metodo sincretico nelle artiterapie Cre(t)a, in quanto fondato proprio su istanze filosofiche e psicanalitiche. In questa prospettiva ho così pensato a un percorso per donne, rivolto a tutte, e in particolare a donne che stanno attraversando una fase di crisi identitaria, a mamme single, a donne che desiderano costruire un cammino di progressiva emancipazione personale.  Spazio al femminile … Read MoreSpazio al femminile

Cinema e terapia, incontri individuali e collettivi

Da febbraio sarà attivo il ciclo di incontri “Cinema e terapia”: si tratta di incontri on line collettivi. Da marzo sarà possibile fare incontri in presenza nello Studio Artiterapie e counseling (Genova) di “Cinema e terapia”. Se volete informazioni sugli incontri inviate un messaggio al: 3922570060.

Sugli slogan

Non si può più assistere a manifestazioni carnevalesche su temi su cui è importante una riflessione, dalla pace nel mondo, al diritto all’istruzione, al femminismo. Un conto è rivendicare un diritto negato, altro conto è la manifestazione che si pone come obiettivo un luogo comune condiviso da tutti: contro la violenza sulle donne, contro la guerra atomica, contro la fame nel mondo. Questi slogan suonano falsi e nei decenni si sono dimostrati fallimentari, distogliendo dalle vere battaglie, dalla lotta quotidiana dei piccoli gesti e delle parole, dal rispetto e dal riconoscimento per gli altri. Riporto qui un estratto da Verità … Read MoreSugli slogan

Musiche dal mondo

“Musiche dal mondo” è il laboratorio per l’educazione alla differenza e all’interculturalità che conduco dal 2015: si tratta di una proposta per le scuole di ogni ordine e grado, associazioni, cooperative, aziende. Attraverso lo strumentario compiremo un viaggio in molti paesi, ascoltando e suonando insieme, disegneremo e creeremo insieme il nostro “album girovagante”. Non sono richieste competenze musicali: il laboratorio si articola in 3 incontri da 2 ore ciascuno. Per informazioni: whatsapp, sms, telefono: 3922570060.

Esporre o trattenere?

Alcune ricerche sottolineano il carattere terapeutico dei social: attraverso l’esposizione del mio privato, delle mie idee politiche o sociali, del mio pensare, il mio “io” si rafforza del riconoscimento da parte della “rete”. Con i like, gli emoticon, i commenti, i miei post, le mie foto, le mie attività diventano rappresentazioni collettive. Mi identifico con queste rappresentazioni e percepisco un’appartenenza. Se invece provassimo a trattenere l’impulso che ci muove quando pubblichiamo il nostro pensiero? Se provassimo a trattenere quell’inquietudine che ci spinge a desiderare un’appartenenza (con un gruppo, un’idea, un’immagine persino) e tentassimo di “lavorarci su”, attraverso un’elaborazione privata, privatissima, … Read MoreEsporre o trattenere?

Supervisione

Con gli operatori dell’equipe dell’associazione culturale la prima radice, condurrò gli incontri di gruppo di supervisione: gli incontri sono adatti per i professionisti delle artiterapie e per professionisti che lavorano in ambito preventivo, educativo, riabilitativo. Per ora gli incontri sono on line, su piattaforma zoom. Trovate il calendario sul sito dell’associazione: www.arteterapiafilosofica.com Per informazioni: tel. 392-2570060.

Il mio metodo

Il mio approccio alle artiterapie è filosofico-artistico: questo favorisce la condivisione autentica del percorso di cura che vede la sperimentazione delle seguenti attività: musica, arte visivo-plastica, danza, teatro, scrittura creativa.L’approccio psicoanalitico-filosofico consiste sia nell’uso di categorie e strategie del counseling, sia nell’approfondimento della lettura freudiana del procedimento artistico e musicale. Uso in modo integrato i vari mezzi artistici, musica, arte, espressione corporea, per incrementare il benessere della persona.  Il metodo Cre(t)a è l’esclusivo metodo sincretico nella relazione d’aiuto: musicoterapia e arteterapia, danzaterapia e teatroterapia per costruire un approccio integrato nella relazione terapeutica (legge 4/2013). Ho ideato questo metodo in collaborazione con i professionisti dell’associazione culturale la prima radice. Trovi tutte … Read MoreIl mio metodo